Il Palazzo d’Arco

Il Palazzo D’Arco venne iniziato nel 1784 per  volere del conte Gherardo D’Arco. Il progetto di Antonio Colonna e di Paolo Pozzo e’ formato da diversi corpi di fabbrica disposti attorno a un cortile chiuso da un’esedra. Il Palazzo e’ stato lasciato negli anni ’70 in eredita’ alla citta’ di Mantova dalla contessa Giovanna, ultima discendente del nobile casato. Il palazzo e’ come se fosse ancora vissuto. La visita consente di ammirare le stanze del piano nobile, riccamente arredate. La quadreria con opere che spaziano dal ‘400 al ‘700 da Niccolo’ da Verona a Rubens, Van Dick, Luini, Sodoma, Bazzani, Magnasco. La cucina con  pareti rivestite da antiche suppellettili e una particolarissima esposizione di stampini in rame. Vari utensili, scolapiatti in legno,una serie di scaldaletto in ferro,utensili in peltro ed ottone. Nel palazzo oltre l’esedra, si svela il misterioso ciclo zodiacale affrescato dal Falconetto nel ‘500. Inoltre,una straordinaria raccolta di 6000 volumi, tra manoscritti  incunaboli e 3000 stampe arricchisce la preziosa biblioteca.

General Barbon, lo chiamavano i francesi per la folta barba nera: li aveva sconfitti insieme con i bavaresi, alla testa dei suoi schhützen e landstürmer delle valli, nelle battaglie del Berg Isel, sopra Innsbruck. Catturato per il tradimento di un valligiano ( c’era una robusta taglia) e condotto a Mantova, veniva processato (nel Palazzo d’Arco). I mantovani pagavano il difensore ma l’esito del giudizio era scontato,dopo una lettera di Napoleone con “l’ordine di fucilarlo sul posto entro 24 ore”. Condannato, la sentenza veniva eseguita il 20 febbario 1810 a Cittadella. Appena oltre Porta Giulia, un piccolo parco-memoriale e’ dedicato ad Hofer. Ogni anno gli Schutzen del Tirolo in uniforme commemorano il sacrificio con una messa davanti alla nuova stele eretta nel 1984 dal Comune di Mantova,dalla Provincia autonoma di Bolzano e dal governo del Tirolo. Il cippo prima esistente era stato distrutto la notte del 24 maggio ’61 da un attentato dinamitardo.

Andreas Hofer Mantova

 

 

 

 

 

Ritratto di Andreas Hofer

ZU MANTUA IN BANDEN DER TREUE HOFER WAR…” ovvero ”A Mantova in catene era il fedele Hofer”.

Ballata popolarissima in tutto il tirolo.

ANDREAS HOFER

Itinerari classici
Itinerari particolari
La provincia di Mantova
Itinerari fluviali
Mantova: immagini suggestive
Guide Turistiche Orologio Astronomico Astrologico di Bartolomeo Manfredi, Mantova Guide Turistiche Piazza Erbe, Mantova Guide Turistiche Cattedrale, guglie e pinnacoli, Mantova Guide Turistiche Palazzo Te, le peschiere, Mantova Guide Turistiche Mantova interno palazzo Guide Turistiche Basilica di Sant'Andrea, Mantova Guide Turistiche Mantova interno palazzo Guide Turistiche Palazzo Ducale Mantova Guide Turistiche Putto con ali di farfalla, Camera degli Sposi, Palazzo Ducale, Mantova Guide Turistiche I Gonzaga, Mantova, Il Rio
Meteo Mantova
Sito web realizzato da Fabbricasiti.com